01 aprile 2021

Recensione: Oscure intenzioni di Amelia Gates e Cassie Love


 

TITOLO: Oscure intenzioni – Vol. 1

AUTRICI: Amelia Gates – Cassie Love

SERIE: Rules

AUTOCONCLUSIVO:

GENERE: Sport Romance

EDITORE: Self Publishing

DATA PUBBLICAZIONE: 15 febbraio 2020

DISPONIBILE SU: Amazon

FORMATI DISPONIBILI: Ebook

PREZZO: Ebook (Kindle) €2,99 – Gratis con KU

SINOSSI:

Cara Beth,

I tuoi capelli ricci.

La luce entusiasta nei tuoi occhi…

…e quel sorriso.

È il sorriso il responsabile, Beth.

Sei così felice.

Troppo felice per qualcuno che non ha niente.

Più felice di me, il tuo bullo del liceo.

Capitano della Squadra di Hockey.

Ricco.

Talentuoso.

E così frammentato dentro che nessuna quantità di colla potrebbe mai rimettermi insieme.

Io ho tutto, Beth. E allo stesso tempo non ho niente.

Tu non hai niente e tuttavia, in qualche modo ti dai da fare di avere tutto.

Qualcosa deve cambiare.

Quindi, ti farò un’offerta.

Centomila dollari per la possibilità di rovinarti per sempre.

Lascia l’offerta sul tavolo e sei spacciata.

Accettala e sei spacciata.

In qualsiasi modo. Beth, tu perdi.

Ma a quanto pare anch’io.

Sinceramente,

Il tuo Bullo Marito

ESTRATTO:

Guardo sugli spalti, cercando Beth con gli occhi. Se qualcuno mi avesse chiesto, una settimana fa, qual è la cosa più importante in una partita, avrei detto vincere. In questo momento, mentre cerco lei, raggiante di orgoglio, capisco che oggi la mia risposta non sarebbe la stessa. La cosa più importante è avere qualcuno con cui festeggiare le mie vittorie.

∞RECENSIONE∞

Cari, Readers...

Oggi vi parliamo un romanzo che ci aveva già incuriosito alla sua uscita per la sua trama che dava l’impressione di avere tra le mani una storia abbastanza dark ed invece ci siamo dovute ricredere in quanto quello che abbiamo letto è un libro non solo tipicamente sport romance  ma anche youg adult anche se non specificato.

Ci troviamo infatti tra i corridoi di un famoso liceo americano di élite dove i nostri protagonisti si conoscono si scontrano e soprattutto si odiano.

Maverick il nostro protagonista è il classico bad boy del liceo, stella futura dell’hockey, bello e soprattutto sfacciatamente ricco. Il suo sogno è quello di essere ingaggiato alla fine dell’anno da una squadra di hockey professionistico, però tutto intorno a lui gli rema contro visto il suo carattere irruento, combina guai ed irrispettoso delle regole e della legge. Si ritroverà ad un passo dalle selezioni per mostrarsi ai talent scouts, ma avendo la sua carta di soggiorno in scadenza e nessuno disposto a garantirgli aiuto per il rinnovo, se non troverà una soluzione per averlo, non solo non avrà l’occasione di mostrarsi ai reclutatori delle squadre professionistiche, ma sarà anche fuori dalla sua squadra del liceo.

Bethany la nostra protagonista femminile bella ma agli occhi di tutti invisibile, è una studentessa modello dello stesso liceo di Maverik che frequenta grazie ad una borsa di studio accademica. Molto povera di famiglia, oltre a studiare lavora come cameriera in un ristorante per potersi mantenere e non pesare sui suoi genitori. Amante del violino ed abile musicista, viene costantemente bullizzata sia da Maverik stesso che da tutta la sua combriccola in quanto non ritenuta degna di frequentare i loro stessi posti.

Le loro strade si ritroveranno ad unirsi ancora di più, quando Maverik con il supporto del preside e del coach della squadra, ricatterà Beth al fine di sposarlo per ottenere la carta di soggiorno in cambio di una considerevole cifra di cui la ragazza ha bisogno per aiutare la famiglia.

Il tutto dovrebbe sembrare drammaticamente facile: firmare delle carte, rimanere il loro accordo totalmente segreto ed andare avanti nella finzione fino a quando non avrà ottenuto lui il permesso di soggiorno. Peccato che il tutto si complichi quando per necessità i due ragazzi finiranno a vivere insieme ed inizieranno quindi a scoprire ognuno il vero lato del carattere dell’altro. La trama, seppur molto scontata e senza nessuno scossone o un minimo di suspance è abbastanza scorrevole e ti invoglia a proseguire nella lettura anche se a volte sembra irreale ciò che si sussegue nelle pagine. Avremmo preferito che l’autrice approfondisse alcuni aspetti che invece vengono lasciati un po' ai margini della storia anche se alla fine risultano essere di grande importanza, come ad esempio il rapporto di Maverik con il padre. Anche i personaggi stessi sono degli adolescenti ma la loro vita descritta rappresenta una fascia di età ben più adulta.

Ultimo, ma al primo posto delle nostre considerazioni mettiamo il fatto che purtroppo la traduzione è davvero, davvero pessima. E non lo diciamo senza condizione di causa, ma davvero a volte si fa un’enorme fatica a capire il senso della frase. A volte in un dialogo dove parla lui, la forma è al femminile e non si capisce se forse stia parlando Beth, in più refusi ed errori grammaticali come davvero non ne abbiamo mai visto. Pensiamo che la traduzione non possa essere stata fatta in maniera tecnica, ma forse con qualche sistema computerizzato, perché le parole sono tradotte a volte senza lasciar capire il significato stessa nel contesto della frase che si sta leggendo.

Insomma, per la prima volta ci ritroviamo a non consigliare la lettura di un libro, che sicuramente letto nella sua lingua originale merita, forse, di più.

VOTAZIONE: ♥♥ /5

Nessun commento:

Posta un commento